#iorestoacasa - I Libri della Lira

Lira CampagnaticoNel medioevo ogni capofamiglia aveva l'obbligo di denunciare in appositi registri le rispettive proprietà, descrivendone la tipologia ed il valore: i Libri della Lira (perché vi si allibravano/alliravano i beni delle persone). Questi registri sono generalmente conservata nei fondi archivistici dell’Estimo, il sistema di tassazione che l'autorità comunale imponeva ai cittadini, ripartendo il carico fiscale sui singoli soggeti in base al possesso di beni mobili o immobili e all'appartenenza alle diverse categorie di contribuenti (residenti della città o del contado).

Nell’Archivio di Stato di Grosseto, nel fondo Estimo, sono conservati numerosi Libri della Lira, a partire dal Quattrocento, quello di cui pubblichiamo alcune immagini è relativo alla comunità di Campagnatico e risale al 1561.

Segnatura: Estimo di Grosseto, 507

A proposito della segnatura si comunica che proprio in questi giorni di chiusura al pubblico si sono intensificati i lavori di riordinamento dell’intero fondo, perciò speriamo di poter mettere a disposizione degli utenti un nuovo e più dettagliato inventario, non appena riapriremo al pubblico.

Lira Campagnatico 1Lira Campagnatico 2Lira Campagnatico 3