#iorestoacasa - Il Tino di Moscona

Moscona particolareOggi presentiamo due documenti sul Tino di Moscona, una fortificazione non molto conosciuta, seppure sia ben visibile tutt’oggi dalla SS223 che porta all’ingresso della città di Grosseto.

Situata sulla cima dell'omonimo poggio che domina l'area archeologica della città etrusco-romana di Roselle, l'imponente cinta muraria di forma circolare e gli attigui fabbricati dei quali rimangono alcuni resti furono costruiti in epoca medievale. La fortificazione costituiva un'opera strategica, a seguito delle ripetute invasioni barbariche a cui fu sottoposta la sottostante città di Roselle nel periodo altomedievale.

I documenti ritraggono la pianta del poggio di Moscona con l’indicazione della torre e della vegetazione a simbolo, il paesaggio agrario, le capanne, ed il vicino bagno di Roselle.

Entrambi i disegni provengono dal fondo Commissario della Provincia Inferiore Senese, b. 745, rispettivamente alle cc.932r e 931r, e sono in effetti a corredo di una disputa sulla concessione di livelli su quest’area, tra la comunità di Batignano ed un privato. I documenti risalgono al 1780.

Il materiale pubblicato può essere visualizzato anche sul sito Imago Tusciae, insieme a molte altre riproduzioni del nostro e di altri archivi toscani, al seguente link:

http://www.imagotusciae.it/index_N.php?archivio=3

Moscona 1Moscona 2