Riproduzione dei documenti

Fotoriproduzioni effettuate dall'Archivio di Stato

Le domande di fotoriproduzione devono essere compilate utilizzando l’apposito modulo, indicando esattamente le unità archivistiche richieste e, dove esista, la numerazione moderna delle carte, nonché il numero totale delle carte da fotoriprodurre e gli scopi per i quali viene richiesta la riproduzione (uso studio, pubblicazione o amministrativo). Gli inventari non editi e le tesi di laurea non possono essere riprodotti.

Fotoriproduzioni eseguite in proprio o da fotografi privati 

Riproduzioni di documenti archivistici effettuata da privati con mezzi propri (art. 108 commi 3 e 3 bis D. lgs. 42/2004 e succ. modifiche).

Lo studioso può far eseguire le riproduzioni a fotografi privati, o eseguirle personalmente se dotato di macchina da ripresa, adottando sempre e comunque tutti gli accorgimenti necessari per la salvaguardia della documentazione.

Nessun canone è dovuto per le riproduzioni richieste o eseguite da privati per uso personale, per motivi di studio o per finalità di valorizzazione, purché senza scopo di lucro. Fanno eccezione i beni archivistici sottoposti a restrizioni di consultabilità (artt. 122-127 del D. lgs. 42/2004). La riproduzione deve avvenire in ogni caso con modalità che non comportino alcun contatto fisico con il bene, né l’esposizione dello stesso a sorgenti luminose, né con l’uso di stativi o treppiedi.

L’istituto si riserva di negare, motivatamente, il permesso alla riproduzione laddove i documenti siano in condizioni di conservazione non soddisfacenti o che possano soffrire danno dalle ripetute riproduzioni.


TARIFFE
Le tariffe per le riproduzioni sono state determinate con il D.M. 8 aprile 1994 aggiornato per le riproduzioni digitali con lett.circ. 21/2005 della Direzione Generale per gli Archivi, integrata dalla circ. n. 26 del 1 luglio 2005.

L'esecuzione delle fotocopie è molto limitata ed esclusa per tutta la documentazione anteriore al XX secolo.

Alcuni esempi - uso studio -

FOTOCOPIE B/N
formato A/4 1 copia € 0,08
formato A/3 1 copia € 0.15

RIVERSAMENTO DI IMMAGINI DIGITALI A COLORI (da banca dati esistente)
fino a 2Mb € 3,00; da 2 a 6Mb € 9,00; sup. 6Mb € 12,00 a immagine + supporto CD-Rom/DVD € 2,50 cadauno

Nel caso in cui le copie vengano richieste per uso amministrativo (es. catasto), oltre al pagmaneto delle stesse è necessaria l'appozione di marca da bollo.

Nuova modalità di pagamento per copie e fotoriproduzioni - PAGO PA

In armonia con le norme legislative vigenti tutti i pagamenti devono ora essere effettuati tramite piattaforma digitale PAGOPA che consente ai cittadini di pagare in modo più naturale, veloce e moderno e che solleva le amministrazioni dai costi e dai ritardi dei metodi di incasso tradizionali. Per pagare occorre dunque collegarsi al Portale dei pagamenti del Mic, registrarsi e successivamente, per effettuare il pagamento, scegliere Archivio di Stato di Grosseto tra gli Istituti MiC, indicare l'importo da pagare, che sarà stato comunicato precedentemente dall'Istituto stesso, facendo attenzione a separare i decimali con il punto e non con la virgola, e seguire le istruzioni per la finalizzazione del pagamento.